TENDENZE 2014 – MODA e OROLOGI

 

Con la fine dei tempi bui è necessario riprendere consapevolezza del prestigio del Made in Italy e dimostrare nuova linfa per le creazioni future. Questo peserà principalmente sulla qualità di questa collezione, che si proporrà con fioriture estive, maculato ed etnico-chic anni ’60-’70, in una generale ricerca di selvaggio perché non esiste eleganza priva di elementi che spiazzano. La tendenza primaria sarà quindi la dimostrazione della personalità senza troppi freni inibitori, per soddisfare l’animo che finalmente ritorna ad essere spensierato dopo la crisi.

Se la primavera è la stagione chiassosa con i mesi a tinte forti, la sua rivoluzione nel colore vedrà il sabbia, proiettandosi direttamente sull’estate che si proporrà con lussuose sovrapposizioni di tessuti impalpabili, piume e a li per prendere il volo, toni delicati del rosa e oro che non potrà mancare.
L’autunno sarà luccicante e dorato per una donna libera che calza stivali, fuseaux e sente la necessità di colori (tonalità accese e accostamenti forti) e luminosità. L’inverno al femminile si vestirà con trasparenze e rigore nei cappotti, anche di pelliccia, per un’eleganza confortevole e mai ostentata che esalti la figura; al maschile proporrà abiti formali e comodi di buona società, anche scanzonati ma impeccabili: verrà rappresentata l’energia casual da viaggiatore metropolitano.

L’orologio rimarrà legato alla tradizione, con modelli senza tempo che erano e sono attuali. La tendenza dei segnatempo è in contrapposizione con quella generale del costume, e ciò rappresenta la necessità di mantenere dei legami col passato che in un qualche tempo è stato piacevole e apprezzato. L’orologio da polso non necessità questa volta di innovazioni perché la sua solidità nei materiali e nello stile rimane una sicurezza che è apprezzata e ricercata così com’è, un caposaldo che indica un luogo stabile e certo nel continuo muoversi delle mode e degli eventi. I materiali saranno raffinati, tradizionali e di valore: in madreperla, oro rosa e diamanti.

Treviso, 3 Novembre 2013