TENDENZE 2012 – MODA e OROLOGI

La prossima collezione sarà dominata dallo stilema maschile con il suo complementare femminile: il virile accompagnato dal raffinato, il piacere per il bello estetico dall’introspettiva romantica. Il tutto però sarà declinato sotto lo stile urban, lo charm del classico senza tempo e, in continuità con la collezione precedente, le linee saranno pulite e rigorose.

Il bisogno di scappare dalla crisi ancora presente sfocerà nel vestiario con una ricerca del sofisticato ed elegante, nell’ottica della tradizione culturale europea. L’individuo rimarrà affascinato più dal lusso che dal rappresentare se stesso, rendendosi espressione di un sentire comune che è, però, somma dei singoli.
Tuttavia, lo stile possiede un valore ontologico, questo risiede nei dettagli che ciascuno volontariamente o involontariamente aggiunge (o toglie) a questo sentire comune, esibendo la propria scelta nel look. La moda allora insegue questo forte desiderio di unicità, nel contesto di una globalizzazione sempre più uniformante, che attraverso una forma di gocciolamento dalle griffe degli stilisti di maggior successo scivola per imitazione o contagio, con lo scopo finale di sensibilizzare l’acquirente finale al proprio codice estetico.

La primavera-estate si presenta moderna e sofisticata, con tessuti innovativi e dettagli accurati. Gli abiti sono leggeri e freschi, con dettagli raffinati e stampe policrome, fiorite e spensierate. Gli accessori e le scarpe sono rilassati e confortevoli, dai toni neutri, con particolare attenzione al distinguersi dall’omologazione.

Gli orologi, nella loro declinazione femminile e maschile, seguono questo stile ma tendono comunque al lusso.Nel caso dell’orologio maschile, piace esaltare la virilità con dimensioni importanti. I colori principali sono oro e rosso, per il piacere dello sfarzo, ed il nero, per la tendenza alla modernità ed alla versatilità. La differenza con quelli femminili è profondamente sottolineata, per una prima scrematura verso l’unicità.
L’orologio donna mantiene i colori di quello maschile, ma risente ancor di più delle tendenze contemporanee strizzando l’occhio al floreale, ad esempio.
In entrambi i casi lo scopo principe rimane quello dell’originalità, attraverso una varietà eccezionale di modelli che si rendono in tal modo quasi edizioni limitate, senza pensare all’immancabile possibilità di personalizzazione.
Per l’autunno-inverno si delineano degli stili ben precisi:

  • L’orologio automatico si prende il lusso dell’oro, ricordando lo stile anni trenta in maniera essenziale ma pregiata. Questo è lo stile per chi ha la sicurezza di esibire l’oro come rappresentazione di sé;
  • L’orologio militare, per sua essenza vintage, mantiene un profondo legame con le proprie radici come formula contro la presente massificazione. Non si limita a chi lo sceglie per il valore strumentale, ma viene indossato anche da chi è amante della sicurezza e dell’autorità, da chi crede nei valori e nella tradizione;
  • Tra il gioiello ed il segnatempo, l’orologio con charms si prende la sua fetta di gloria in questa collezione. Bracciale sofisticato e impertinente, autoironico e nient’affatto minimale che pare adatto ad una persona dallo spirito indipendente, alla quale piace attirare l’attenzione. L’aggiunta di charms è la via scelta per definirsi e caratterizzarsi, preferendo quelli che più descrivono chi lo indossa;
  • La scelta di materiali nuovi è insita nella collezione 2012, e nell’orologio questa ricerca si propone con la ceramica. Minimalista, dall’eleganza pratica che non rinuncia all’innovazione, fa riferimento al vivere bene, all’equilibrio tra produzione e risorse, tra autorealizzazione e indipendenza, tra autonomia ed energia esistenziale: si identifica in una persona pratica e badante al sodo;
  • Anche l’alluminio si offre al mondo degli orologi, donando grinta e leggerezza. Adatto a più colori, appaga sportivi e non, soddisfacendo bisogni di libertà, autonomia e sviluppo.

Treviso, 5 Novembre 2011